Tag Archives: lievitazione

Panino con cabis viola e tofu

Oggi mi sono cimentata con un super panino.

Continuando a sperimentare perché ormai l’apertura del locale che gestirò e in cui cucinerò sta per aprire, mancano pochissime settimane.

Continua a leggere

Torta soffice alle nocciole e arancia con ganache al cioccolato.

Oggi sono venute a pranzo da me un’amica e la sua bimba di 2 anni 1/2.

Bimba vegana che sarebbe da portare come esempio a tutti coloro che ancora vivono nella falsa credenza che i bambini vegani siano denutriti.

Per l’occasione ho preparato varie cose, tra cui la mia >>focaccia a lunga lievitazione<<

e una buonissima torta soffice alle nocciole e arancia con ganache al cioccolato.

Torta realizzata un po’ a caso è risultato eccezionale.

Ingredienti per teglia da 18cm torta soffice alle nocciole e arancia con ganache al cioccolato

Per la torta

  • Farina di farro 150 gr
  • Farina di nocciole 100 gr
  • Zucchero di canna 130 gr
  • Lievito per dolci 8 gr
  • Succo e polpa di arancia 80 gr
  • Latte di nocciole 100 gr
  • Olio di semi di girasole 80 gr
  • Zest di 1 arancia

Per la ganache al cioccolato

  • Cioccolato fondente 150 gr
  • Acqua 125 gr
  • Olio evo 15 gr
  • Olio di semi 15 gr

Procedimento:

La prima cosa da preparare è la ganache, che dovrà riposare diverse ore.

Tagliare il cioccolato a coltello, abbastanza fine, portare a bollore l’acqua e versarla in 2 volte sul cioccolato, mescolando per farlo sciogliere.

Dopodiché unire i 2 oli e frullare leggermente con mini pimer per amalgamare tutti gli ingredienti.

Lasciare riposare in frigo per 12 ore (ideale) o comunque almeno 4.

Per la preparazione della torta, in una ciotola grande mescolare tutti gli ingredienti secchi, aggiungere l’olio e massaggiare con le mani per amalgamare in modo omogeneo.

A questo punto aggiungere i liquidi,mescolare energicamente, travasare nella teglia e lasciare riposare mezz’oretta.

Cuocere in forno pre riscaldato a 180° per circa 30 minuti, fare prova stecchino.

Quando la torta sarà fredda, scaldare la ganache al cioccolato in un pentolino per renderla liquida, quindi versarla sulla superficie della torta.

Fare riposa in frigo fino a che la ganache sarà di nuovo solida.

Cuor di mela al cocco uvetta e cioccolato

Cuor di mela al cocco uvetta e cioccolato

La Torta Senza … sana leggera e buonissima.

Era da Natale che non preparavo un dolce, sto cercando di evitare oli e zucchero perché mi sento decisamente meglio non mangiandone.

Ma perché mai rinunciare ad una bella fetta di torta!?

Molto meglio invece preparare una buonissima torta senza olio e senza zucchero, che però mantenga tutto il suo gusto e sofficezza.

Prepariamo quindi il Cuor di mela al cocco uvetta e cioccolato.

Ingredienti per 6 persone Cuor di mela al cocco uvetta e cioccolato

  • Farina di farro 200 gr
  • Nocciole tritate finemente 50 gr
  • Cocco rapé 25 gr
  • Sciroppo d’agave 100/120 gr (o malto di riso)
  • Lievito per dolci 1/2 bustina
  • Pizzico di sale
  • Mele grattugiate 2
  • Acqua 200 ml
  • Uvetta 2 cucchiai+guarnizione
  • Cioccolato findente 4 quadretti oppure 2 cucchiai di gocce
  • Cannella qb

Procedimento

In una ciotola capiente setacciare la farina, aggiungere nocciole il cocco ed il lievito.

Unire anche le mele in modo da infarinarle bene e quindi asciugarle.

Aggiungere a questo punto l’agave, il sale, l’uvetta, il cioccolato e l’acqua, mescolando per amalgamare bene il tutto incorporando aria dal basso verso l’alto.

Trasferire in una teglia e decorare la superficie con un po’ di uvetta.

Cuocere in forno ventilato pre riscaldato a 180° per circa 30 minuti o finché ben cotta.

Focaccia a lunga lievitazione

Focaccia a lunga lievitazione

Uno spuntino goloso sempreverde

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Da sempre non resisto ad una bella focaccia soffice, con sale grosso e olio abbondante.

Però da quando sono vegana ed in particolare attenta alla salute cerco di evitare di mangiarne, di certo non sono la cosa più sana che ci sia…soprattutto quelle industriali.

Nonostante tutto ogni tanto però lo sfizio me lo devo togliere, cosa c’è di meglio quindi se non prepararmela io, con ingredienti genuini, senza eccedere con olio e sale?

Ecco allora la mia Focaccia a lunga lievitazione, preparata con farina di farro e lievito madre.

Ingredienti per Focaccia a lunga lievitazione in teglia da 28 cm

  • Pasta madre rinfrescata 60 gr
  • >>Farina di farro<< 400 gr
  • acqua 400 gr
  • zucchero di canna 1 cucchiaino
  • sale 1 cucchiaino
  • pomodori datterini 12
  • Olio evo qb
  • Erbe aromatiche qb
  • Sale grosso per la finitura

img_20180202_211142_02769064073.jpg

Procedimento

Come prima cosa portare al raddoppio la pasta madre (circa 3 ore, ma dipende dalla temperatura e dalla forza della pm).

Quando ha raddoppiato di volume scioglierla in 100 gr di acqua con lo zucchero, posizionarla nella planetaria ed aggiungere la farina.

Quindi azionare la planetaria alla velocità minima ed incorporare l’acqua rimanente poco alla volta.

Impastare per 10 minuti, l’impasto sarà molto molle, quasi liquido, dopo questo tempo aggiungere il sale ed impastare ancora qualche minuto per amalgamare.

A questo punto travasare l’impasto in una ciotola, coprire con la pellicola e lasciare lievitare 7/8 ore, se come è successo a me i tempi di lievitazione vi obbligherebbero ad alzarvi in piena notte, oppure se dovete lavorare etc, far lievitare solo un’oretta e poi lasciar maturare in frigo per 15/18 ore.

Passato il tempo di maturazione togliere dal frigo (o terminato il tempo di lievitazione) trasferire l’impasto in una teglia oliata, fare qualche piega, per dare un po’ di struttura all’impasto, poi stenderlo delicatamente con le mani unte.

lasciar acclimatare e lievitare ancora qualche ora sempre coperto con pellicola, controllare il livello di lievitazione e le bolle per fare in modo di non farla lievitare troppo rovinandola.

Quando è lievitata correttamente tagliare i pomodorini a metà e posizionarli sull’impasto facendoli affondare leggermente, spargere la superficie della focaccia con sale grosso e erbe aromatiche a piacere.

Cuocere in forno preriscaldato da 230° statico, dopo 20 minuti abbassare a 200° e continuare la cottura per 20/30 (dipende dal forno), finché ben dorata, lasciare raffreddare su una graticola….e gustare.

Chapati220180301_182253

SacherTorte a modo mio

SacherTorte a modo mio

Una delle torte più buone a mio avviso… senza uova burro e panna.

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Sono golosa…molto, non c’è che dire. Non so resistere ad una accattivante torta al cioccolato, se poi è una sacher allora …me ne mangerei una intera.

Vediamo come preparo la SacherTorte a modo mio:

Ingredienti per la SacherTorte a modo mio, teglia da 18 cm:

  • farina di farro 250 gr
  • zucchero di canna 150 gr
  • 1 bustina lievito per dolci
  • cacao 30 gr
  • 1 yogurt di soia naturale
  • semi di chia 2 cucchiai +4 di acqua
  • olio di cocco 2 cucchiaini
  • olio di semi 50 gr
  • acqua o latte vegetale 150 ml
  • 1 tappino di aceto di mele
  • 1 pizzico di sale
  • marmellata di albicocca

Per la ganache:

  • cioccolato fondente 65/70% 100 gr
  • acqua 60 ml

Procedimento:

Per prima cosa triturare i semi di chia e ammollarli con i 4 cucchiai di acqua per una decina di minuti, finché rilasceranno il loro gel.

Nel frattempo in un’ampia ciotola setacciare la farina, il lievito ed il cacao, aggiungere quindi lo zucchero e mescolare.

A questo punto aggiungere lo yogurt ed il finto uovo di semi di chia e mescolare con le mani, per amalgamare bene, continuare unendo gli olii e proseguire a mescolare con le mani fino ad ottenere un composto compatto e molto unto.

Ora aggiungere l’acqua o latte vegetale, mescolando energicamente con una frusta per sciogliere i grumi e ottenere un impasto liscio e denso.

Completare quindi con l’estratto di vaniglia, l’aceto di mele e il pizzico di sale, mescolare l’ultima volta e trasferire il composto in una >>tortiera<< con fondo ricoperto di carta forno.

Cuocere in forno pre riscaldato a 180° per 30/35 minuti.

Nel frattempo preparare la ganache all’acqua, triturare il cioccolato in piccole scagliette, far bollire l’acqua e versarla poi sul cioccolato.

Frullare con un minipimer finché il composto sarà liscio e lucido.

Dopo che la torta sarà raffreddata sformarla, tagliarla a metà con l’aiuto di un filo oppure di un >>coltello lungo e seghettato<<

Farcire la base con la marmellata, ricomporre la torta e spennellare tutta la superficie sempre con la marmellata.

Posizionare la torta su una graticola e ricoprirla con la ganache di cioccolato, lasciare riposare in frigorifero.

Pandolce con uvetta mandorle e cardamomo gluten free

Pandolce con uvetta mandorle e cardamomo gluten free

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Esperimenti dopo il corso al Joia sui dolci lievitati con pasta madre per le feste natalizie

Pandolce con uvetta mandorle

Ingredienti per tortiera da 18 cm Pandolce con uvetta mandorle:

  • 200 gr mix farine senza glutine(ma anche farina con glutine come si preferisce)
  • 150 gr zucchero di canna
  • 1/2 bustina lievito per dolci o cremor tartaro
  • 20 gr farina di lupini stemperata in 40 ml di acqua
  • 50 gr di burro vegan autoprodotto (olio di cocco, di oliva e di girasole, acqua e ghiaccio)
  • Cardamomo a piacere
  • 1 manciata di uvetta e 1 di mandorle
  • 200 ml di acqua

Procedimento Pandolce con uvetta mandorle:

Come prima cosa in una ciotola capiente unire tutti i solidi, compresa farina di lupini, precedentemente stemperata con l’acqua.

Aggiungere quindi l’acqua ed il burro emulsionati con il mini pimer, alla fine unire uvetta e mandorle.

Mescolare delicatamente e trasferire il composto in una tortiera oliata e infarinata.

Cuocere in forno preriscaldato 180° statico per 35 minuti

Muffins senza glutine farciti all’albicocca 

Muffins senza glutine farciti all’albicocca

Continuano le colazioni vegane e gluten free al ristorante. 

Quello che più mi dà piacere è che i miei dolcetti sono particolarmente apprezzati da clienti che sono abituati al cibo tradizionale ed ai dolci con uova e burro.

Anche se utilizzo farine senza glutine e quindi la consistenza comunque è diversa da ciò a cui sono abituati. 

E dunque realizzo i miei dolcetti Ancor a più volentieri. 

Certo non utilizzo la parola vegan altrimenti non li mangerebbe più nessuno.

È incredibile il pregiudizio che ancora c’è intorno al tema vegan, dovuto alla mancanza di conoscenza di ciò che significa. 

Ma non importa, la cosa importante è trasmettere il messaggio che anche vegetale è buono, fare conoscere nuovi sapori sperando che sempre più persone scelgano di rinunciare ai prodotti di origine animale.

Ingredienti per 9 muffins:

  • 150 gr di mix farine senza glutine
  • 50 gr farina di mais
  • 50 gr farina di mandorle
  • 130 gr zucchero di canna+q.b.
  • 1/2 bustina di cremor tartaro
  • 2 cucchiai di semi di chia
  • 50 gr olio di semi di girasole
  • Succo di 1 arancia
  • 9 cucchiaini di marmellata di albicocche
  • Cacao q.b.
  • 150 ml Acqua o latte vegetale

Procedimento:

In una ciotola capiente unire gli ingredienti secchi compresi i semi di chia, aggiungere l’olio e massaggiare con le mani le farine fino ad ottenere un composto sabbioso. 

A questo punto aggiungere il succo d’arancia e iniziare a mescolare.

Incorporare anche l’acqua, mescolando energeticamente con una frusta per incorporare aria. 

Versare 2/3 del composto nei pirottini per muffins, aggiungere 1 cucchiaino di marmellata in ognuno è coprirla con il restante impasto.

Spolverare con poco zucchero di canna, poi cuocere in forno pre-riscaldato a 160° per 5 minuti, e poi a 180° per 25 minuti.  

Mettere un contenitore con dell’acqua nel forno per mantenere umido l’ambiente. 

RETE TICINO

Rete di economia solidale, Permacultura, Transizione e Decrescita nella Svizzera italiana

BioRama

Azienda Agricola Biologica di Andrea Girolimetto

Plantifully Based

always delicious, always vegan

MamaVegan

Cucina Vegana Mediterranea

Ory in cucina

Buon Gusto a tutti!

Medico di te stesso

Nutrimento per il corpo e lo spirito

Centro Studi Igienismo

La natura è Sovrana Medicatrice dei mali. Primo non nuocere. L’aria pura è il primo alimento e il primo medicamento. Nessun veleno serva mai a curare un malato!

Manipura Spiritual & Nutrition

"Ogni incontro è uno specchio"

VALDO VACCARO

IL PUNTO DI VISTA IGIENISTA

Rasta garage DREADMAKER Milano e Italia

DREAD (rasta) Maker viaggiatori: dalla testa intera di dreadlocks alle riparazioni di dreads rovinati, extension artigianali e accessori di legno, rame, metallo da mondo. Dread addicted? SI!

Studio LATTANZIO

Consulenza, assistenza e formazione in Igiene degli alimenti e Sicurezza sul lavoro. La mia professionalità al tuo servizio.

UnUniverso

Un Mondo Migliore

Passato tra le mani

Frammenti di una cucina an(n)archica e allegra.Ma non solo!

londarmonica

studio e ricerca: voce parlata - voce cantata - pratica strumentale

Piatti Vegani PinaVeg LifeStyle

Ricette di Cucina Vegana e RawVegan per un alimentazione Cruelty Free Sana Consapevole Colorata piena di Energia