Ultimi Articoli

Panino con cabis viola e tofu

Oggi mi sono cimentata con un super panino.

Continuando a sperimentare perché ormai l’apertura del locale che gestirò e in cui cucinerò sta per aprire, mancano pochissime settimane.

Per il pane per 10 panini da 100 gr:

  • Farina di farro 500 gr +50gr
  • Acqua 330 gr +33gr
  • Pasta madre rinfrescata 100 gr
  • Olio 40 gr
  • Sale 8 gr

Per 300 gr di tofu silken:

  • Latte di soia naturale non addizionato e non zuccherato 1 lt
  • Aceto di mele 50 ml
  • Acqua 50 ml
  • Sale 1 pizzico

Per la farcitura

  • Cabis viola con mele in agrodolce 2 cucchiai
  • 1 cucchiaino di senape
  • Pomodoro 3 fette
  • Valeriana 1 piccola manciata
  • Nocciole tritate 2 manciate
  • Curry, sale, pepe, aglio in polvere, basilico secco qb per insaporire il tofu

Procedimento:

Per prima cosa bisogna preparare i panini, dopo il rinfresco della p.m. lasciare lievitare a t.a. 3 ore o fino al raddoppio.

Sciogliere la p.m. nell’acqua e poi aggiungere farina e sale.

Impastare in planetaria o a mano fino a perfetta incordatura, lasciare lievitare coperto da uno strofinaccio o pellicola per 6 ore a t.a., poi mettere in frigo per 8/10 ore, ideale di notte.

La mattina estrarre l’impasto dal frigo, lasciare a t.a. per 2 ore, aggiungere i 50gr di farina e 33 di acqua, impastare, unire l’olio e impastare ancora per incorporarlo.

Porzionare in pezzi da 100 gr e posizionarli su una teglia ricoperta di farina o carta forno.

Lasciare ancora 1 ora o poco più a t.a. coperto da uno strofinaccio.

Scaldare il forno a 230°, infornare abbassando subito a 210° e cuocere 10 min + 10 min a 180° + 15 min a 160°

Lasciare raffreddare su una griglia.

Nel frattempo si può preparare il tofu, portare a bollore il latte poi lasciarlo raffreddare fino a 70° c.a. cagliare con aceto diluito con acqua e 1 pizzico di sale. In questo modo si ottiene un tofu silken, ovvero morbido, con la consistenza della ricotta.

Lasciare riposare coperto per 30 minuti, poi lasciare scolare in uno strofinaccio per 4 ore.

Aggiungere al tofu le nocciole e le spezie e mescolare bene, prelevarne una porzione e formare una specie di burger.

Mentre il tofu scola cuocere il cabis affettato sottile, con cipolla, mela, aceto di mele, sale, zucchero, olio evo.

Io ho affettato mezzo cavolo, con 1 mela e 2 cipolle e usati i 2 cucchiai per il panino me lo sono mangiato così da solo perché lo adoro.

Tagliare il panino a metà, spalmare sulla base la senape, aggiungere l’insalata i pomodori il tofu e il cavolo, chiudere e degli un bel morso 😋

Tiramisù in 5 minuti

Tiramisù in 5 minuti

In questi anni da vegana ho sempre provato a fare il tiramisù in mille modi e gusti, ma sempre con il pan di Spagna.

Oggi finalmente ne ho fatto uno super easy, utilizzando dei biscotti secchi al cacao e il risultato è decisamente meglio 😍

Ingredienti per 6 persone Tiramisù in 5 minuti:

  • biscotti secchi vegan 25/30 (i miei erano rotondi e quindi ho usato uno stampo rotondo)
  • Yogurt di soia naturale (+estratto di vaniglia) o alla vaniglia 1 lt
  • L’acqua di 1 scatola di ceci+100 gr di zucchero di canna a velo)
  • Moka di caffè da 2 zuccherato
  • Cacao qb

Procedimento

Come prima cosa rivestire un cola pasta (appoggiato su una ciotola) con uno strofinaccio e lasciare scolare lo yogurt per 4 ore in frigorifero

Quando è ben denso montare l’aquafaba, quando ben ferma aggiungere lo zucchero).

Unire l’aquafaba e yogurt e montare ancora qualche secondo per amalgamare, se si usa lo yogurt naturale aggiungere dell’estratto di vaniglia.

Preparare la moka di caffè e lasciarlo intiepidire, bagnare i biscotti nel caffè da entrambi i lati e comporre i vari strati, alternando i biscotti inzuppati alla crema di yogurt e a una spolverata di cacao.

Concludere con uno strato abbondante di crema e cacao.

Fare riposare 1 notte in frigo.

Risotto al vino rosso con funghi e pomodori secchi

Risotto al vino rosso con funghi e pomodori secchi

Un piatto veloce ma d’effetto

Ormai i giochi sono fatti, fra un paio di mesi il mio grande sogno prenderà definitivamente forma e quindi io inizio ad esercitarmi.

Preparare piatti vegetali a prova di onnivoro sarà la mia nuova sfida.

Partiamo quindi un risottino, risotto al vino rosso con funghi e pomodori secchi

Ingredienti per 1 persona:

  • Riso arborio 100 gr
  • Cipolla piccola 1
  • Carota media 1/2
  • Funghi champignon 4
  • Vino rosso 1/2 bicchiere
  • Olio Evo 1 cucchiaio
  • Acqua per cottura 250 ml
  • Sale pepe
  • Mandorle a lamelle 1 cucchiaio
  • Pomodori secchi 1.5
  • Strachicco per mantecare
  • Erba cipollina qb

Procedimento

Mondare le verdure, tagliare cipolla e carote in piccoli cubetti, affettare sottilmente i funghi e tagliare a pezzetti anche i pomodori secchi.

Scaldare l’olio in una padella, soffriggere cipolla e carota, aggiungere i funghi saltarli un paio di minuti, aggiungere il resto è tostare leggermente poi sfumare con il vino rosso.

A questo punto aggiungere 250 ml di acqua bollente, salare e lasciare cuocere se con le indicazioni della confezione.

Nel frattempo tostare leggermente le mandorle in una padellina a secco.

Togliere dal fuoco 1 minuto prima del termine di cottura, aggiungere i pomodori secchi e lo strachicco e mantecare.

Impiattare e completare il piatto con erba cipollina e mandorle tostate.

Torta di cioccolato all’acqua con pochissimo zucchero

Torta di cioccolato all’acqua con pochissimo zucchero

Dolcifichiamo con la frutta

L’altro giorno mia suocera mi ha regalato delle mele, io e mio marito eravamo appena stati a fare la spesa e ne avevamo acquistate altre, in più ce n’erano 2 a casa che ormai erano vicine al suicidio.

E mio marito naturalmente mi ha chiesto di fargli un dolce, però la classica torta di mele non è proprio il suo dolce preferito, mentre adora tutto ciò che contiene cioccolato.

Così ho optato per utilizzare le mele, insieme a una banana, come dolcificante.

Prepariamo insieme questa Torta di cioccolato all’acqua con pochissimo zucchero

Ingredienti per una teglia da 18 cm

  • Farina di farro 250 gr
  • Cocco rapé 20 gr
  • Farina di nocciole 30 gr
  • Lievito per dolci 8 gr
  • Cacao amaro 30 gr
  • Zucchero di canna grezzo 50 gr
  • Mele medie 2
  • Banana media 1
  • Cioccolato 100 gr
  • Acqua 250 ml
  • Olio di semi 90 gr

Procedimento

In una ciotola capiente setacciare farina e lievito poi aggiungere cocco, nocciole e zucchero.

A parte frullare le mele, la banana e il cacao amaro.

Scaldare l’acqua fino a farla sobbollire, tritare il cioccolato e versarvi sopra l’acqua calda, mescolare molto bene, unire l’olio e frullare leggermente con il minipimer senza incorporare aria.

Versare il composto nella ciotola dei secchi, mescolare molto bene, versare nella teglia oliata e cuocere in forno pre riscaldato a 180° per 40 minuti.

Una volta fredda sfornare e spolverare con cocco rapé.

Torta ai fichi con gocce di cioccolato

Torta ai fichi con gocce di cioccolato

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Rendiamo omaggio ai primi deliziosi fichi

Il venerdì qui da me è giorno di mercato, e c’è una bancarella di frutta e verdura strepitosa, difficile da trovare qui in Svizzera.

Finalmente sono arrivati i fichi, grandi, carnosi e dolcissimi.

Stasera sono invitata a cena, ho quindi pensato di preparare una deliziosa torta per rendere omaggio a questi frutti.

Ingredienti per 6/8 persone Torta ai fichi con gocce di cioccolato

  • Farina di farro integrale 250 gr
  • Zucchero di canna grezzo 100 gr
  • Farina di nocciole 50 gr
  • Lievito per dolci 8 gr
  • 1 banana molto matura
  • Acqua 200 ml
  • Gocce di cioccolato 30 gr
  • 2 fichi grandi o 4 piccoli

Procedimento

  1. In una ciotola capiente setacciare la farina e il lievito, aggiungere poi tutti gli ingredienti secchi.
  2. Frullare la banana e aggiungerla agli ingredienti secchi.
  3. Massaggiare con le mani amalgamando bene la banana al reato degli ingredienti
  4. Aggiungere l’acqua e mescolare energicamente per sciogliere tutti i grumi e incorporare aria.
  5. Inserire le gocce di cioccolato e mescolare ancora
  6. Travasare l’impasto in una teglia da 18 cm oliata
  7. Tagliare i fichi in spicchi e appoggiarli a raggera sull’impasto
  8. Cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per circa 35 minuti, fare la prova stecchino.

Spaghetti alla crema di piselli anacardi e menta

Spaghetti alla crema di piselli anacardi e menta

Anche se il meteo non collabora, noi abbiamo la primavera dentro.

Sono alcuni giorni che ho in testa questo piatto e non vedevo l’ora di realizzarlo.

Quando andavo all’asilo adoravo i piselli, ne mangiavo tantissimi, poi non so cosa sia successo, ma non ho mai più voluto mangiarli, non mi piacevano, se li trovavo nel piatto non iniziavo a mangiare finché non li avevo eliminati tutti.

Anche da vegana, pur avendo inserito tutte le verdure possibili, non li ho mai mangiati, ma ultimamente sento il desiderio di farlo.

Non sono di sicuro il mio piatto preferito, ma non ho più quel senso di rifiuto che mi ha accompagnato per una vita.

Devo dire che questo piatto mi ha soddisfatto moltissimo e sarei felice di rimangiarla.

Piselli accompagnati da menta e limone è di certo un team vincente.

Ingredienti per 1 persona Spaghetti alla crema di piselli anacardi e menta

  • Spaghetti (normali, integrali o senza glutine) 100 gr
  • Piselli 2 manciate abbondanti
  • Anacardi 1 manciata abbondante
  • Menta 3/4 foglie più foglioline per impiattare
  • Cipolla 1/2 piccola
  • Aglio 1 spicchio
  • Sale
  • Pepe
  • Lamelle di mandorle per decorare
  • Buccia di limone grattugiata a piacere

Procedimento

Per prima cosa bisogna ammollare gli anacardi per qualche ora.

Se si usano piselli freschi bisogna innanzitutto sgranarli.

Nel mio caso erano congelati e quindi li ho sbollentati qualche minuto.

In una padella stufare aglio e cipolla affettati fini, aggiungere i piselli con un pizzichino di sale, giusto il tempo di farli insaporire.

Raffreddare i piselli in acqua e ghiaccio e sale per fissare il colore poi frullare tutto insieme agli anacardi.

Lasciare da parte alcuni piselli per la decorazione.

Aggiungere acqua il necessario per avere una salsa cremosa, salare e aggiungere anche la menta, frullare per 1-2 minuti.

Filtrare la crema con un colino in modo che sia bella liscia.

Nel frattempo cuocere la pasta in abbondante acqua salata.

Scaldare la salsa in padella con un goccio di acqua per non farla rapprendere troppo.

Comporre il piatto con della salsa a specchio, aggiungere la pasta, coprirla con un altro po’ di salsa, decorare con i piselli e le mandorle.

Completare il piatto con foglioline di menta, pepe e zest di limone.

Frolla all’arancia e burro di arachidi

Stasera ho una cena a casa di amici, è un evento visto che non usciamo praticamente mai.

E così ne ho approfittato per fare dei dolcetti, perché ultimamente sto cucinando troppo poco e mi manca.

Mi sono dilettata in un esperimento di frolla senza olio, sostituito con il burro di arachidi.

I tempi stringevano e così dopo mezz’ora che sgusciavo arachidi ho aggiunto delle mandorle per fare prima.

Il piccolo frullatore che uso per fare il burro di semi non ha una grande potenza, così sono rimasti dei pezzi di mandorle interi.

Devo dire che questa cosa mi piace perché l’impasto è rimasto molto rustico, anche grazie alla farina integrale.

Con questa frolla ho fatto dei biscotti e anche una piccola crostata con ganache al cioccolato.

Ingredienti per la frolla

  • Farina di farro integrale 500 gr
  • Zucchero Di canna grezzo 200 gr
  • Malto d’orzo 65 gr
  • Succo d’arancia 150 ml
  • Burro di arachidi 150 gr
  • Vaniglia qb
  • Acqua se serve

Ganache

  • Cioccolato fondente 200 gr
  • Acqua calda 168 gr
  • Olio evo 20 gr
  • Olio di semi 20 gr

Procedimento

Per prima cosa fare il burro di arachidi frullandole da sole fino a che rilasciano completamente i loro olii.

Nella planetaria con foglia K unire la spremuta di arancia e lo zucchero in modo che si sciolga un pochino.

Aggiungere la farina e impastare, unire anche il malto e la vaniglia.

Per ultimo inserire il burro di arachidi e se serve ancora un goccio di acqua, solo se l’impasto è troppo secco.

Lavorare pochissimo e trasferire il composto sulla spianatoia, compattarlo appena con le mani, sarà leggermente appiccicoso ma poco, chiuderlo nella pellicola e lasciare riposare 1 ora.

A questo punto si può decidere come utilizzarlo, io l’ho fatto in 2 modi.

Crostata al cioccolato

Stendere la frolla tra 2 fogli di carta forno nello spessore di 1/2 cm trasferirla nella teglia, bucare il fondo e cuocere 25 min circa a 180° (le tempistiche dipendono dal forno, tenere controllato).

Quando si sarà raffreddata farcire con ganache al cioccolato.

Per la ganache

Tritare il cioccolato, scaldare l’acqua e versarla sul cioccolato in 2 volte finché completamente sciolto.

A parte montare gli oli con una piccola parte di cioccolato fuso e poi riversare il composto nel resto del cioccolato.

Lasciare riposare in frigo qualche ora.

Bqiscotti

Con le mani formare delle palline di frolla e schiacciare dando una forma rustica.

Guarnire con delle gocce di cioccolato e cuocere in forno pre riscaldato a 180° per 20 minuti circa (come prima controllare la cottura)