Monthly Archives: novembre 2017

Biscotti al burro con gocce di cioccolato gluten free

Biscotti al burro con gocce di cioccolato gluten free

Il classico cookie, il biscottone al burro in versione vegan

Sono sempre stata una golosona e dolci e biscotti erano tra le mie cose preferite, anche se non ero in grado di cucinare e mangiavo solo cose confezionate.

https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?o=29&p=12&l=ur1&category=cybermonday2017&banner=07QGT3PHE3K9HE4WHZR2&f=ifr&linkID=827a14596f5add1d439dad014c35fe34&t=lavegcucinase-21&tracking_id=lavegcucinase-21

Oggi mi diverto da matti a ricreare sapori e consistenze senza l’utilizzo di ingredienti di origine animale, e rendere possibile che sempre più persone possano godere dei piaceri della tavola 100% vegetali.

Ingredienti per 8 Biscotti al burro con gocce di cioccolato gluten free:

  • 200 gr mix farina senza glutine
  • 25 gr farina mandorle
  • 25 gr farina mais
  • 100 gr zucchero di canna integrale
  • 55 gr gocce di cioccolato
  • 15 gr >>farina<< di lupini+45 gr acqua
  • 50 gr burro vegan oppure 40 gr di olio di semi
  • 1/2 cc cremor tartaro o lievito per dolci
  • >>cardamomo in polvere<<
  • Acqua qb

screenshot_20171127-1650261700178865.jpg

Procedimento:

Mescolare energicamente o con le fruste il burro e lo zucchero in modo da formare una specie di crema.

Aggiungere dunque la farina di lupini precedentemente stemperata in acqua e poi il lievito, mescolando.

A questo punto unire le farine e il cardamomo, se l’impasto è troppo asciutto aggiungere un goccio di acqua, fino ad avere un impasto malleabile ma compatto, aggiungere in fine le gocce di cioccolato.

Con le mani creare delle palline, più o meno grandi (io ho fatto dei biscottoni) e appoggiarle sulla teglia e carta forno schiacciandole leggermente con le mani, continuare fino alla fine dell’impasto.

L’impasto dev’essere morbido ma malleabile, se risultasse troppo secco aggiungere un gocci odi acqua.

Cuocere in forno pre riscaldato a 180° per 20/25 minuti, se dovessero risultare troppo morbidi azionare la funzione ventilato e aprire leggermente lo sportello per 5 minuti.

Lasciarli raffreddare prima di toccarli poi trasferirli su una griglia per farli asciugare sotto.

screenshot_20171127-165334337370699.jpg

Pandolce con uvetta mandorle e cardamomo gluten free

Pandolce con uvetta mandorle e cardamomo gluten free

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Esperimenti dopo il corso al Joia sui dolci lievitati con pasta madre per le feste natalizie

Pandolce con uvetta mandorle

Ingredienti per tortiera da 18 cm Pandolce con uvetta mandorle:

  • 200 gr mix farine senza glutine(ma anche farina con glutine come si preferisce)
  • 150 gr zucchero di canna
  • 1/2 bustina lievito per dolci o cremor tartaro
  • 20 gr farina di lupini stemperata in 40 ml di acqua
  • 50 gr di burro vegan autoprodotto (olio di cocco, di oliva e di girasole, acqua e ghiaccio)
  • Cardamomo a piacere
  • 1 manciata di uvetta e 1 di mandorle
  • 200 ml di acqua

Procedimento Pandolce con uvetta mandorle:

Come prima cosa in una ciotola capiente unire tutti i solidi, compresa farina di lupini, precedentemente stemperata con l’acqua.

Aggiungere quindi l’acqua ed il burro emulsionati con il mini pimer, alla fine unire uvetta e mandorle.

Mescolare delicatamente e trasferire il composto in una tortiera oliata e infarinata.

Cuocere in forno preriscaldato 180° statico per 35 minuti

Spaghetti all’Amatriciana cruelty e gluten free

Spaghetti all’Amatriciana cruelty e gluten free

Un piatto della tradizione in chiave vegan

L’Amatriciana era uno dei piatti che adoravo quando ero onnivora e con molto piacere ho scoperto che non dovevo farne a meno.

Ho provato vari sostituiti al posto del guanciale, di sicuro quello che preferisco, così come nella carbonara, è il >>tempeh<<, prodotto fermentato della soia, perfetto sostituto vegetale della carne.

Ho realizzato questa ricetta senza l’utilizzo di grassi aggiunti, facendone un piatto dietetico e sano.

Ingredienti per 2 porzioni di Spaghetti all’Amatriciana cruelty e gluten free:

  • 200 gr di spaghetti senza glutine
  • 100 gr di tempeh, nel mio caso auto-prodotto, >>qui la ricetta<<
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1/2 cipolla
  • cipolla in polvere qb
  • 200 ml passata di pomodoro oppure 1 confezione di pelati
  • sale
  • pepe
  • peperoncino
  • >>formaggio stagionato di anacardi<<

Procedimento:

Per prima cosa mettere a marinare il tempeh tagliato a cubetti, con salsa di soia, cipolla in povere e pepe, lasciare marinare 10/15 minuti.

Spaghetti all'Amatriciana

Trascorso questo tempo mettere a scaldare abbondante acqua per la cottura degli spaghetti, che andranno scolati al dente.

Nel frattempo scaldare una padella, affettare la cipolla e farla stufare leggermente con poca acqua, aggiungere allora il tempeh con la marinatura, fare abbrustolire leggermente e poi tenere da parte.

Nella stessa padella scaldare il pomodoro con un pizzico di sale e peperoncino a piacere, se non piace ometterlo…. il mio era abbondante 😉

Scolare quindi gli spaghetti e versarli direttamente nella pentola col sugo, a cui sarà stato aggiunto il tempeh, mescolare ed amalgamare.

Impiattare e finire il piatto con una spolverata di formaggio in scagliette (si può sbriciolarlo con le mani) e un pizzico di pepe.

Spaghetti all'Amatriciana

Pasta choux Vegan e gluten free

Pasta choux Vegan e gluten free

La fortuna del principiante?

Oggi è nato un dibattito tra cuoche vegane ed aspiranti tali, riguardo la realizzazione della pasta choux vegan.

Nessuna era soddisfatta delle ricette provate fino ad ora.

Io non avevo mai provato a farla, ne mai avevo fatto la versione tradizionale, in quanto prima di diventare vegana non ero assolutamente in grado di cucinare nulla.

https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?o=29&p=42&l=ur1&category=madeinitaly_it&banner=0KMZ3QAB1AEXY4DDA0R2&f=ifr&linkID=94ea51329997594e03da62627f56f046&t=ladyshop02-21&tracking_id=ladyshop02-21

Mi sono messa a cercare in rete il procedimento classico per realizzarla.

Seguendo le istruzioni di Iginio Massari e Luca Montersino ho sostituito gli ingredienti animali con la rispettiva alternativa vegetale e in men che non si dica i bignè erano pronti.

Vediamo come fare.

Ingredienti per 2 teglie di bignè fatti con Pasta choux Vegan e gluten free:

  • 200 ml acqua
  • 180 gr margarina
  • 110 gr farina di ceci
  • 150 gr >>mix di farine senza glutine<<
  • 40 gr di >>arrow root<< o amido di mais
  • 16 gr lievito per dolci o cremor tartaro
  • 220 ml latte di mandorle (20 gr di mandorle ammollate+200 ml acqua)
  • pizzico di sale

Procedimento:

Per prima cosa preparare il latte di mandorle frullando le mandorle con l’acqua e filtrando con un panno o con il sacchetto apposito.

Dopodiché unire il latte con la farina di ceci e mescolare bene per sciogliere i grumi, lasciare riposare.

In un pentola ampia versare l’acqua, il sale e la margarina tagliata a pezzi, portare a bollore facendo attenzione che tutta la margarina sia sciolta.

Quando bolle bene versare tutta in un solo colpo la farina precedentemente mescolata con l’amido e iniziare a mescolare vigorosamente.

Quando il composto si compatta diventando tipo una polenta e si stacca dai bordi è pronto e si può trasferirlo nella planetaria o nel bimby.

Io ho usato il bimby, velocità spiga, azionarlo, aggiungere il lievito e poi versare poco alla volta la pastella di ceci, lasciandola assorbire tra un rabbocco e l’altro.

Quando il composto sarà liscio ed omogeneo…e un po’ colloso trasferirlo in un sac à poche e formare i bignè su una teglia coperta di carta forno.

Cuocere in forno ventilato pre riscaldato a 180° per 20 minuti, con lo sportellino leggermente aperto.

Una volta raffreddati farcirli a piacere.

La Sfida di Adam… veganizzare il Vitel Tonné

La Sfida di Adam… veganizzare il Vitel Tonné

screenshot_20171121-1641291917167901.jpg

Oggi è un giorno speciale…è salpata di nuovo >>l’Arca di Eva<<

La magnifica iniziativa di >>E.V.A. – Aida Vittoria Eltanin<< che da anni ormai traghetta migliaia di onnivori e vegetariani verso l’Eden vegano.

Un gruppo in cui per alcuni giorni vengono dati tutti i consigli pratici, culinari e medici (grazie agli interventi di numerosi esperti e professionisti della salute) per intraprendere nel modo più semplice possibile il percorso vegan.

Durante questo traghettamento viene sempre proposta una sfida…. La Sfida di Adam (il compagno di E.V.A.), ovvero veganizzare un piatto della tradizione.

E quest’anno la Sfida consiste nel realizzare una versione Vegan del Vitel Tonné… mi sono subito messa all’opera 😀

Ingredienti per 4 porzioni di Vitel Tonné vegan:

  • 12 fette di sedano rapa dello spessore di circa mezzo cm
  • 100 gr di ceci
  • 1/2 cucchiaino di fiocchi di alghe nori (o 1 pezzetto molto piccolo di alghe a piacere)
  • 2 cucchiai di capperi dissalati + altri per la guarnizione
  • 2 cucchiai di aqaufaba
  • 1/2 cucchiaio di succo di limone

Per il brodo:

  • 2 lt di acqua
  • 1 carota+1 costa di sedano+1 cipolla piccola
  • 3 foglie di alloro
  • 4 bacche di gnipro
  • 3 chiodi di garofano
  • pepe

screenshot_20171121-1639331788144642.jpg

Procedimento:

La ricetta è facilissima e velocissima, il passaggio più lungo è cuocere il brodo.

Dunque, per prima cosa mondare le verdure e metterle insieme a tutti gli altri ingredienti per il brodo ed alle fette di sedano rapa, in una pentola di acqua fredda, portare a bollore e poi abbassare la fiamma e lasciare sobbollire per 20 minuti.

Quando il brodo è pronto filtrarlo, prelevarne 1 mestolo ed il resto conservarlo per ulteriori preparazioni, come risotti etc.

In un piccolo frullatore inserire i ceci, le alghe, i 2 cucchiai di capperi, il succo di limone ed il mestolo di brodo, frullare un paio di minuti in modo da avere una crema densa e liscia.

Travasare quindi il composto in una ciotola, montare a neve l’acqua di governo della scatoletta dei ceci

Guarda il video per vedere come fare

Poi aggiungere 2 cucchiai di aquafaba alla crema di ceci e capperi e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto per incorporarla completamente.

Con l’aquafaba rimasta potete realizzare delle meringhe come nel video 😉

Disporre 3 fettine di sedano rapa sul piatto e decorare con la salsa  e qualche cappero.

Servire preferibilmente freddo.

Questa ricetta è anche dietetica, infatti non contiene nessun grasso aggiunto e nemmeno sale aggiunto (eccetto quello dei capperi…che sono comunque da lavare molto bene).

screenshot_20171121-1640271003757419.jpg

Torta alle mele senza glutine

Torta alle mele senza glutine

Un altro giorno….un altro dolce per il bar del ristorante.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Oggi un grande classico, la torta di mele…. ma naturalmente vegan è senza glutine.

Come d’abitudine una ricetta facile facile adatta a chiunque.

20171120_2152181802726928.jpg

Ingredienti per Torta alle mele senza glutine

  • 150 gr mix di farine senza glutine
  • 75 gr farina di mais
  • 25 gr farina di mandorle
  • 150 gr zucchero di canna
  • 10 gr lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino cannella
  • 1 pizzico di sale
  • 100 ml spremuta di arancia
  • 140 ml latte di soia
  • 60 ml olio di semi di girasole
  • 2 mele
  • 1 cucchiaio sciroppo d’agave

Procedimento Torta alle mele senza glutine:

In una ciotola capiente setacciare le farine e aggiungere tutti gli ingredienti secchi.

Quindi in un contenitore a parte miscelare i liquidi, compreso l’olio e aggiungerlo poi ai solidi mescolando energicamente per evitare la formazione di grumi.

A questo punto bucciare una mela e tagliarla a fettine sottili, aggiungerla all’impasto, mescolare bene per incorporarla.

Poi affettare un’altra mela senza sbucciarla e disporla sulla superficie dell’impasto, che bel frattempo sarà stato trasferito in una tortiera oliata ed infarinata.

Cuocere in forno pre riscaldato a 180° per 40 minuti circa…fare la prova stecchino.

Torta alle mele senza glutine

Muffins d’autunno con mele fichi e noci

Muffins d’autunno con mele fichi e noci

Per una colazione più leggera, senza colesterolo, a basso contenuto di grassi, con zucchero poco raffinato.

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: The China Study - Le Ricette

Questi sono i primi muffins che ho preparato per le colazioni vegane al ristorante, tra i miei preferiti.

Solo ingredienti genuini, ideali accompagnati da un buonissimo cappuccino con latte vegetale.

Ormai questa è diventata una piacevole abitudine per i nostri clienti, che apprezzano i gusti sempre nuovi dei miei muffins.

Ingredienti per 12 Muffins d’autunno con mele fichi e noci

  • 250 gr farina di farro
  • 125 gr zucchero di canna grezzo
  • 100 gr farina di mandorle (nella versione per il ristorante ho utilizzato 50 gr di mandorle e 50 gr di olio di girasole)
  • 1 banana
  • 8 gr lievito per dolci o creme tartaro
  • Essenza di vaniglia
  • Noci tagliate grossolanamente con le mani più 6 mezzi gherigli interi per guarnizione
  • 12 cubetti di mela
  • 12 fettine di fico
  • >>Sciroppo d’acero<< qb
  • 180 ml acqua

Procedimento

Setaccia farina e lievito, inserisci la farina di mandorle e lo zucchero, mescola bene, aggiungi la banana schiacciata, l’essenza di vaniglia, l’olio (se lo utilzzi).

Mescola e massaggia bene con le mani per fare amalgamare perfettamente olio, banana e farina, a questo punto aggiungi l’acqua e e mescola energeticamente e dal basso verso l’alto per sciogliere i grumi ed avere un composto liscio ed incorporare aria.

Inserisci i pezzetti di noci e mescola ancora, a questo punto inserisci l’impasto in una sac à poche (se non non ce l’hai non fa nulla, puoi usare un cucchiaio) e riempi gli stampini per i muffins circa per 3/4.

Guarisci con un pezzetto di mela, 1/2 gheriglio di noce e una fettina di fico, completa la guarnizione con qualche goccia di sciroppo d’acero ed un pizzico di cannella.

Versa l’impasto in uno stampo per Muffins (in cui avrai inserito dei pirottini di carta o silicone) aiutandoti con una sac à poche o con un cucchiaio.

Cuoci in forno pre riscaldato a 180° per 25 minuti, fai sempre la prova stecchino per verificare la cottura.

Su Amazon ho trovato una cosa fichissima… una macchina elettrica per fare muffins, la puoi vedere qui ed è in promozione a soli € 14.99 … credo non resisterò!! 😀

Muffins d'autunno con mele fichi e noci

Plantifully Based

always delicious, always vegan

MamaVegan

Cucina Vegana Mediterranea

Digiuno e dieta Vegan Crudista

Il più grande strumento di purificazione per corpo, mente e spirito

Ory in cucina

Buon Gusto a tutti!

Medico di te stesso

Nutrimento per il corpo e lo spirito

Centro Studi Igienismo

La natura è Sovrana Medicatrice dei mali. Primo non nuocere. L’aria pura è il primo alimento e il primo medicamento. Nessun veleno serva mai a curare un malato!

Manipura Spiritual & Nutrition

"Ogni incontro è uno specchio"

VALDO VACCARO

IL PUNTO DI VISTA IGIENISTA

Rasta garage DREADMAKER Milano e Italia

DREAD (rasta) Maker viaggiatori: dalla testa intera di dreadlocks alle riparazioni di dreads rovinati, extension artigianali e accessori di legno, rame, metallo da mondo. Dread addicted? SI!

Studio LATTANZIO

Consulenza, assistenza e formazione in Igiene degli alimenti e Sicurezza sul lavoro. La mia professionalità al tuo servizio.

UnUniverso

Un Mondo Migliore

Passato tra le mani

Frammenti di una cucina an(n)archica e allegra.Ma non solo!

londarmonica

studio e ricerca: voce parlata - voce cantata - pratica strumentale

E.V.A.

La voce dei senza voce

Piatti Vegani PinaVeg LifeStyle

Ricette di Cucina Vegana e RawVegan per un alimentazione Cruelty Free Sana Consapevole Colorata piena di Energia

Dolceverde

Blog di pasticceria vegana di Silvia Roveri